L’esperto risponde

Argomento
Anno
Cerca nel Forum

Buongiorno,
chiedo se qualcuno ha esperienza con l'utilizzo delle lampade UV per l'abbattimento della carica virale nei locali in sala operatoria. Un chirurgo della mia azienda afferma di aver letto che queste lampade sono efficaci nell'inattivare il covid-19.
Ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.
Stefano

 

Il confezionamento con carta ultra in busta doppia permette una sterilizzazione efficace degli strumenti?

 
  • Risposta 1
  •          gio, 14 Mag 2020 10:29
  •          Tommaso Risitano

  • Buongiorno,
    in risposta al suo quesito, la norma di riferimento è la En ISO 11607, dove la Parte 1 enuncia: Requisiti per materiali, sistemi di barriera sterili, sistemi di imballaggio in cui si specificano i requisiti e i metodi di prova per i materiali,sistemi di barriera performanti sterili, sistemi di barriera sterili e sistemi di imballaggio che sono destinati a mantenere la sterilità dei dispositivi Medici sterilizzati terminalmente fino al momento del loro utilizzo.
    Ciò premesso, il confezionamento da lei proposto consente la sterilità e il mantenimento della stessa degli strumenti processati.
    Mi permetto di consigliare l'utilizzo di busta DUST COVER dopo la sterilizzazione, a protezione del primo confezionamento.


Buongiorno

sono un' ASO. Chiedo gentilmente se è prevista la convalida della vasca a ultrasuoni se non indicato dal fabbricante. La norma UNI 11408 prevede una serie di controlli ma non un test per l'efficacia della pulizia.
Ringrazio.
Cordialità

 

nella centrale di sterilizzazione dove lavoro, la capocentrale ha inserito le mascherine monouso usate ( in busta sigillata) in autoclave a sterilizzare con il materiale chirurgico; per me non e' una procedura corretta, vorrei sapere il vostro parere

 
  • Risposta 1
  •          gio, 07 Mag 2020 11:55
  •          milena bezziccheri

  • buongiorno,
    quella che descrive è una procedura errata anche perchè sono mascherine monouso
    Buona giornata


Buongiorno,
mi chiamo Castagna Massimo, sono un dentista.
Parlando di D.M. riutilizzabili, è ancora lecito/opportuno immergere gli stessi nella soluzione decontaminante appena terminato l'utilizzo, prima cioè che giungano alla centrale di sterilizzazione ? Quali sono i problemi legati al trasporto dei Dispositivi in queste condizioni ?

Grazie

Saluti

 
  • Risposta 1
  •          gio, 07 Mag 2020 12:00
  •          milena bezziccheri

  • Buongiorno,
    i DM riutilizzabile devono essere immersi immediatamente dopo l'uso in un decontaminante (vedi Decreto Lg.vo del settembre 90) e vanno trasportati in sicurezza in contenitori chiusi ermeticamente
    buona giornata


Buongiorno,sono un O.s.s. e lavoro in centrale di sterilizzazione.
Qualche mese fa è stato cambiato il protocollo per il test delle spore nelle autoclavi a vapore,passato da farlo settimanale a mensile,sempre comunque solo per ciclo a 134°.
Da qualche tempo abbiamo necessità di usare il ciclo a 121°,bisogna eseguire il test spore mensile anche per questo ciclo?
La convalida annuale viene effettuata sia per 134° che per 121°.
Grazie e buona giornata
Annibale

 
  • Risposta 1
  •          mar, 21 Apr 2020 14:23
  •          silene tomasini

  • Buon giorno . La normativa prevede l'esecuzione dei test biologici in sede di convalida annuale Nella nuova versione della EN ISO 285 sono stati rimossi tutti i riferimenti alle prove biologiche . La valutazione del rischio all'interno della propria realtà determina la frequenza dell'esecuzione delle prove biologiche sia a 134°C che a 121°C. Buona giornata


Buongiorno. Vorrei chiedere se c’è una procedura e/o normativa che regoli la sanificazione di presidi di sicurezza come occhiali e visiere usati da operatori sanitari con pazienti covid 19. Grazie.

 
  • Risposta 1
  •          mar, 21 Apr 2020 14:29
  •          silene tomasini

  • Buon giorno L'istituto superiore della sanità ha messo a disposizione un corso FAD specifico sul procedure di sanificazione . Alcune specifiche : utilizzo di prodotti a base di cloro alla concentrazione di 0,5% di cloro attivo oppure con alcool al 70%
    Cicli in tunnel di lavaggio o lava strumenti con programmi di termodisinfezione ad 80°C alcon 600
    Buona giornata

  • Risposta 2
  •          dom, 26 Apr 2020 12:45
  •          roberta toffanello

  • buongiorno,
    in merito alla decontaminazione dei ferri di pz covid positivo,la mia sala operatoria non dispone di lavastrumenti,noi effettuiamo solo la decontaminazione manuale con agenti chimici,tra l'altro non polifenoli perchè altamente tossici,usiamo un blando verucida,sekusept,con concentrazione al 4 % per 30 min,sapete fornirmi qualche linea guida in merito?

  • Risposta 3
  •          mar, 28 Apr 2020 10:48
  •          Silene Tomasini

  • Buon giorno . Il trattamento dei ferri chirurgici viene eseguito in forma speculare ai protocolli precedentemente applicati prima della pandemia.
    Buon lavoro

  • Risposta 4
  •          mar, 28 Apr 2020 10:52
  •          silene tomasini

  • Buon giorno . Il trattamento dei dispositivi maschere visiere ecc. è attuto come indicato dall'istituto con cicli di termo disinfezione a 80°C o manualmente con soluzione di cloro attivo al 0,5% opure con alcool al 70%
    Buon lavoro


Buongiorno,
correi sapere ogni quanto è consigliato eseguire l'helix test per l'autoclave e cosa prevede la legge riguardo la sua obbligatorietà.
Grazie

 
  • Risposta 1
  •          mar, 21 Apr 2020 14:36
  •          silene tomasini

  • Buon giorno . Nelle grandi autoclavi ( superiori ad una unità di sterilizzazione ) è prevista l'esecuzione di un test di sfida giornaliero test di bowie dick , ogni 24 ore e l'allow test ( helix test ) con cadenza annuale . In funzione della valutazione del rischio in ogni realtà è determinata la cadenza di esecuzione dell'allow test per le grandi autoclavi.
    Nelle autoclavi da banco inferiori ad una unità di sterilizzazione è prevista l'esecuzione dell'allow test giornaliera, ogni 24 ore ed il test di bowie dick settimanale
    Buona giornata


Ci sono indicazioni circa trattamento degli strumenti chirurgici che sono stati utilizzati per pazienti covid -19 positivi?

Grazie

 
  • Risposta 1
  •          mer, 08 Apr 2020 16:09
  •          Andrea Valentinotti

  • Buon pomeriggio
    non ci sono indicazioni precise se non una normale decontaminazione a bagno e un lavaggio con termodisinfezione.
    Nella mia struttura eseguiamo una decontaminazione chimica subito dopo l´uso e quando arrivano in centrale di sterilizzazione eseguo una decontaminazione meccanica con termodisinfettore e poi faccio sistemare i ferri per un lavaggio completo con termosisinfezione.
    saluti
    andrea valentinotti


risposta
si vanno decontaminati subito dopo L´uso .
andrea valentinotti

 

Buongiorno chiedevo informazioni a riguardo della decontaminazione dei ferri chirurgici che provengono dalla sala operatoria. Io lavoro in una centrale di sterilizzazione da più di 15 anni. Da un po'di mesi è cambiata la caposala perché la precedente è andata in pensione . Mentre prima i ferri ci arrivavano senza decontaminante all'interno dei container e venivano messi direttamente nella lava strumenti ed era un processo secondo noi sbagliato per il rischio di contaminarsi: adesso la nuova caposala quando arrivano i ferri sempre a secco ce li fa' mettere nel decontaminante per poi essere risciaquati messi in ultrasuoni e poi lavati nella lava strumenti. Secondo me è un processo anche questo sbagliatissimo anche perché rischiamo di pungerci 2/3 volte più del normale. Lei dice che è una procedura fatta apposta per la nostra sicurezza. Secondo me è molto più rischiosa. Voi che ne pensate. Credo che il D.M dica che i ferri chirurgici devono essere messi subito in una soluzione decontaminante appena dopo l'uso quindi dovrebbero arrivare già in centrale di sterilizzazione . Grnel decontaminante grazie cordiali saluti Corrado

 
  • Risposta 1
  •          dom, 26 Apr 2020 12:06
  •          adriana cestari

  • Buongiorno,
    in rispetto alla 81, personalmente faccio smontare lo strumentario allo strumentista, alla fine dell'intervento chirurgico, mentre lo ripone in una griglia che viene usata per procedere alla decontaminazione meccanica, se possibile, o manuale per immersione . La decontaminazione avviene quindi senza una manipolazione dello strumentario, proprio per proteggere gli operatori della sterilizzazione. Dopo di che lo strumentario viene adeguatamente preparato per evitare zone d'ombra, per riporre i canulati sugli appositi connettori, ecc e si procede alla termodisinfezione.

    Spero di essere stata di aiuto.
    Buona domenica


Gentili, vorrei ricevere informazioni riguardo ad eventuali corsi sui metodi di sterilizzazione per oss.
Grazie.
Isabella cognetti

 

RISPOSTA .
Buon giorno la normativa di riferimento è UNI EN ISO 11607 -2 inerente la convalida del processo di imballaggio. La convalida delle termosaldatrice è prevista con cadenza annuale . I parametri verificati sono tempo, temperatura e pressione. Le prove sui campioni di buste di tre lotti diversi prima e dopo il processo di sterilizzazione sono attutati da un laboratorio fornito di dinamometro certificato . La tenuta della sigillatura deve essere NON inferiore a 1,5 nw

 

Buongiorno,

avrei bisogno, se possibile, sapere se esiste obbligo di convalida annuale per le termosaldatrici in uso presso le centrali di sterilizzazione. In tal caso, anche il numero della normativa a cui fa riferimento.

Anticipatamente ringrazio e porgo cordiali saluti

 

Buongiorno,

mi chiamo Ivan Girardi, mi occupo di reprocessing dello strumentario chirurgico, volevo avere un vostro cortese suggerimento, a vostro parere per pubblicare un articolo scientifico sulla sterilizzazione e che verta verso questo tipo di organizzazioni quali sono le testate di riferimento in questo ambito?
Vi ringrazio anticipatamente.

Ivan Girardi
3884975560

 

1 2 3